Progetti Italia

I progetti di circo sociale della Fondazione Uniti per crescere insieme ONLUS

Italia


Progetto Circospedale
Progetto di circo sociale e terapeutico rivolto a preadolescenti e adolescenti lungodegenti nei reparti di Oncoematologia, Pneumologia, Neuropsichiatria, Ortopedia, Fibrosi cistica.
Il progetto è attivo a:
Bologna: Ospedale Rizzoli  (Chemioterapia pediatrica, chirurgia pediatrica)
Milano: Clinica Fondazione De Marchi (Pneumologia e Fibrosi cistica)
Roma:Ospedale Umberto I  (Oncologia Pediatrrica)
Torino:  Ospedale Infantile Regina Margherita (Oncoematologia pediatrica, Pneumologia e Fibrosi cistica)

Progetto Circostanza®

Progetti socio-educativi di circo sociale orientati alla prevenzione dei fenomeni minorili di esclusione sociale e di devianza e riduzione del danno.
Il progetto è attivo a:
Bologna: carcere minorile “Pratello”
Milano: carcere minorile “C. Beccaria”
Torino: carcere minorile “ F. Aporti”; centri di aggregazione giovanile; scuole

Progetto Circomobile®

Organizzazione e realizzazione di iniziative ludico-circensi e formative di educativa di strada con un’unità di circo mobile.
Il progetto è attivo a Sassari e provincia e a Torino.

 Casa Circostanza ®

Casa Circostanzaè stata  inaugurata ufficialmente il 4 ottobre 2012. Il locale di circa 300 mq è  sito nella Circoscrizione Sei del Comune di Torino, in via Sordevolo, 7, nel quartiere "Barriera di Milano". Il quartiere Barriera di Milano dato il grande flusso migratorio degli ultimi anni, si trova a rispondere alla sfida cittadina dell'integrazione sia tra italiani e stranieri, sia tra etnie differenti. In questo contesto, per favorire la socializzazione e l’integrazione dei giovani, si pone Casa Circostanza offrendo per tutta la settimana laboratori gratuiti di circo sociale, spettacoli ed eventi rivolti a minori, adolescenti, utenza diversamente abile e loro famiglie.

L'Arte Educazione e il Circo Sociale

Uniti per crescere insieme ha scelto di rivolgere i suoi progetti in Italia soprattutto a quell'infanzia e adolescenza emarginata perché non in sintonia con i canoni della società moderna: dal bambino/adolescente ricoverato in ospedale perché ha una malattia grave, all'adolescente o giovane adulto emarginato dai pari perché non in linea con la moda, perché non parla la nostra lingua, perché è stato in galera, fino all'adulto portatore di handicap.
UCI svolge soprattutto un lavoro di prevenzione: prendendo consapevolezza del loro valore, i giovani scoprono le loro abilità artistiche e i loro valori più profondi e sviluppano delle competenze che inevitabilmente metteranno al servizio della società in cui vivono. 

Per avvicinarsi ai bambini e agli adolescenti proprio dove stanno vivendo il loro disagio, nelle scuole, nelle strade, nelle carceri, negli ospedali, nelle comunità e creare con loro una relazione di fiducia, di rispetto e di affetto, UCI ha scelto come strumento il
circo sociale. Il circo con la sua pista rotonda è il simbolo del "cerchio", e cerchio vuol dire "essere alla pari". Il circo è sinonimo di accettazione del "diverso", nel circo la diversità diventa ricchezza. "Fare circo" vuol dire mettersi alla prova e anche rischiare ma per rischiare occorre disciplina, concentrazione, studio. Circo, dunque, come arte-educazione, uno strumento educativo, pedagogico, sociale e socializzante. 
I progetti di UCI perciò, si rivolgono ai giovani e soprattutto a quelli socialmente emarginati per renderli parte viva, attiva e partecipativa della città e dell'ambiente in cui vivono.

E’ desiderio della fondazione UCI mantenere i progetti attivi enel contempo attivare nuovi progetti socio-educativi per contattare stabilmente e capillarmente i giovani nelle nostre città e portarli a credere in loro stessi, a sentirsi amati, a sentirsi importanti.
Partiamo dalla scuola ma anche dal carcere minorile oppure dalla strada in cui i nostri giovani vivono, passando per le comunità di recupero, per i centri di aggregazione, per le comunità di giovani diversamente abili, creando così un circolo di recupero di valori, di principi, di integrazione, di sano protagonismo e di cittadinanza partecipativa e attiva.

Uniti per... crescere insieme ai nostri giovani